Casa Di Riposo E Protetta Padre G. Semeria

Storia della struttura

Storia delle struttura
Padre G. Semeria

La nostra Residenza è ubicata all’interno di un istituto costruito nel 1920 per volere di Padre Semeria, facente parte dei numerosi complessi ideati dall'Opera Nazionale per il Mezzogiorno d’Italia (O.N.M.I.), fondata da Padre Semeria e Don Minozzi nel 1919 con l’intento di offrire assistenza agli orfani della Prima Guerra Mondiale e di attuare la promozione civile, morale e religiosa delle regioni meridionali.

Nei documenti viene riportato come anno di fondazione il 1921 e come nome "Istituto Padre G. Semeria Centro Giovanile di Formazione e di Ricreazione, Doposcuola”, diretto dalla Famiglia dei Discepoli.

Gioia è tra le prime sedi in cui l'O.N.M.I. opera, come riferisce lo stesso Padre Semeria: “Per la Puglia dall'ottobre 1919 abbiamo inaugurato il primo Orfanotrofio maschile a Gioia del Colle. Dopo un anno di vita iniziale in un locale provvisorio, con una ventina di fanciulli, abbiamo nel settembre 1920 posto la prima pietra di un nuovo edifizio capace di 70 alunni con un vasto terreno adiacente da servire per Scuola Agraria Modello. I confratelli avevano accanto ad una bella Chiesetta nuova, una modestissima residenza.”

Nel 1924 dice: “A Gioia del Colle i nostri progetti furono pronti, come ho ricordato, e l'esecuzione loro rapida. I miei confratelli, i P.P. Barnabiti, con a capo il Superiore locale R. P. Salvato, accolsero l'idea d'un Orfanotrofio Agricolo. I primi Orfanelli li ricevettero i Padri, temporaneamente a casa loro, e frattanto sorgeva solido, pulito, ampio, se non maestoso, il nuovo locale… oggimai stretto ai cresciuti. Gli orfanelli sono 85 e saliranno a 100… L'azienda agricola che già sotto P. Salviato aveva dato visibili frutti è ora quasi completa, colla sua stalla dove non manca il toro, ma con il porcile modello dove si potrà fare in grande l'allevamento dei suini inglesi, con i pollai portatili, con l'apiariuo in costruzione, col caseificio che produce le famose mozzarelle mentre in casa i nostri ragazzi fanno di tutto, pane compreso.”

Oltre ad essere stato un infaticabile " operaio " nella vigna del Signore, Padre Semeria è stato un grande studioso, pensatore, scrittore, che ha lasciato il frutto del suo pensiero in numerose opere ancora oggi attualissime. Queste spaziano dalla teologia ai problemi più quotidiani, come la carità, il ruolo delle donne nella società. Esponente di primo piano del nuovo pensiero cristiano, diviene uno degli oratori sacri più popolari e più seguiti a Roma. Nei suoi discorsi ritroviamo un richiamo costante alla speranza coniugato con l'esigenza di un rinnovamento della società e dei cristiani, posizioni che paradossalmente incontrano ostacoli proprio all'interno della Chiesa del suo tempo, ma che in seguito diventeranno un punto di riferimento per molti giovani ed intellettuali.

Il senso della sua missione spirituale ed umana è racchiuso nel suo celebre motto: “A fare il bene non si sbaglia mai.“

.

Share by: